Official Web Site

www.heredom1224.it

martedì 29 maggio 2012

Raffi (GOI), lotta senza sosta alla mafia. Il coraggio di Falcone e Borsellino corre sulle gambe di migliaia di giovani


Falcone e Borsellino"La mafia continua ad avvelenare il Sud, ma la nostra libertà è ancora più forte. Occorre accertare fatti e verità, portare nel cuore dei giovani la lezione dei veri eroi italiani, e proseguire senza sosta la lotta alla criminalità raccogliendo l'eredità morale che ci hanno lasciato grandi uomini come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino". E' quanto afferma il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi, nel ventennale della strage di Capaci, nella quale persero la vita il giudice antimafia Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo, e i tre agenti di scorta, Rocco Dicillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro. "Rendiamo onore a uomini che hanno incarnato il simbolo del senso dello Stato e della lotta a tutte le mafie. E' vivo e forte in noi e in tutti gli italiani - rimarca Raffi - l'esempio dei giudici senza paura che hanno abbattuto muri di omertà per combattere e sconfiggere la piaga mafiosa, il vero cancro del Sud. Falcone e Borsellino, rappresentano uno straordinario esempio di coraggio soprattutto per i giovani. Onorare degnamente la memoria di Falcone, di Borsellino e di chi è morto per affermare gli ideali di giustizia - rimarca il Gran Maestro di Palazzo Giustiniani - vuol dire impegnarsi in progetti di legalità e di riscatto del territorio. Non servono le parole ma i fatti, per sottrarre ogni giorno terreno a una criminalità che ha la sua forza nell'area grigia delle connivenze". "Ricordiamo le lezioni dei giudici ai giovani studenti - fa notare Raffi - quelle parole forti e vere, il coraggio che davano con la loro testimonianza di impegno contro tutto e tutti. Falcone e Borsellino sapevano e credevano che la scuola è un avamposto di democrazia e di pensiero libero, il luogo dove si formano le coscienze e le nuove generazioni di cittadini. Occorre proseguire con tenacia anche su questa strada segnata, aprendo sentieri alla libertà contro ogni cultura di morte. La frase di Borsellino 'Questa terra un giorno sarà bellissima' non può essere una speranza: è un progetto che ciascuno di noi, con libertà e responsabilità, deve contribuire a portare a termine", conclude il Gran Maestro del Grande Oriente. 

Il Gran Maestro Raffi: "E' l'ora della solidarietà. Ricostruire pietra su pietra luoghi di arte e storia"

Terremoto, l'Italia trema al Nord. Vittime in Emilia. Tremila sfollati

terremoto Emilia"Dolore per le vittime, commossa partecipazione al dolore delle loro famiglie". Il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi, esprime la vicinanza dell'Istituzione alle popolazioni ferite dal sisma che ha colpito il Nord Italia, la Bassa Padana e in particolare le province emiliane di Modena e Ferrara, causando sei morti e una cinquantina di feriti. "Grande apprezzamento - prosegue Raffi - per l'impegno della Protezione Civile, il lavoro dei soccorritori e del mondo del volontariato, impegnati ad affrontare l'emergenza. Questa è l'ora della solidarietà concreta e forte - rimarca il Gran Maestro di Palazzo Giustiniani - per assistere i circa tremila sfollati nei territori dell'Emilia-Romagna e per mettersi subito al lavoro per ricostruire la vita e le case delle persone". Per Raffi, "gli ingenti danni al patrimonio culturale, con chiese e castelli a pezzi, sono una ferita nel cuore di tutto il Paese. Nessuno può stare a guardare. L'orologio del campanile di Sant'Agostino, in provincia di Ferrara, si è fermato alle 4.05 - fa notare il Gran Maestro - l'ora in cui si è registrata la scossa più forte. Occorre spostare avanti quelle lancette, lavorando senza sosta, pietra su pietra, per restituire alla comunità nazionale storie, città e luoghi d'arte che fanno onore al nostro Paese". "Siamo sicuri -conclude Raffi - che il popolo laborioso delle zone colpite risolleverà la testa senza fare speculazioni, con l'orgoglio di chi sa fare il proprio dovere ed è sicuro di potercela fare al di là della dovuta solidarietà di tutta la Nazione. Anche il Grande Oriente d'Italia farà la sua parte". 

Ferma condanna per il vile attentato. Inaccettabile morire davanti a una scuola

Dichiarazione del Gran Maestro Raffi sull'attentato di Brindisi 

Brindisi"Ferma condanna per un attentato vile e senza onore: il sangue dei giovani grida verità. Esprimiamo profondo dolore per la morte di Melissa e vicinanza forte alle sue compagne che stanno lottando per la vita. E' inaccettabile morire davanti a scuola, vittima di una violenza senza fine. Nei periodi bui si vuole colpire la cultura e i giovani che sono la voce della legalità". Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, esprime il cordoglio dell'Obbedienza di Palazzo Giustiniani per il tragico attentato avvenuto questa mattina all'istituto professionale di Brindisi 'Morvillo-Falcone', costato la vita alla sedicenne Melissa Bassi. Sette i feriti, tre in prognosi riservata. "Senza un briciolo di umanità, è stata colpita una scuola che porta avanti progetti di legalità e lotta alla mafia - sottolinea Raffi - noi siamo al fianco degli studenti e di tutti coloro che lottano ogni giorno sul territorio contro le organizzazioni criminali e la morte della speranza. Il Sud e la sue coscienze libere sono più forti dei mercanti di odio. Nessuno sforzo - conclude il Gran Maestro - deve essere risparmiato per individuare e punire i responsabili di questo crimine odioso". 

Sul sito del Grande Oriente il nuovo numero della nostra rivista Erasmo

Area Comunicazione GOI 
 
ErasmoE' on line il nuovo numero della nostra Rivista ERASMO. Focus sugli eventi nazionali e internazionali del Grande Oriente d'Italia, la cronaca delle Logge, gli approfondimenti e le notizie della Comunione. In questo numero: "Laicità oggi: una proposta e una sfida", un confronto a Trento; Terremoto in Emilia. Raffi: "E' l'ora della solidarietà"; 231esima Gran Loggia Annuale della Gran Loggia dello Stato di New York; Il Grande Oriente a Sofia per la Gran Loggia di Bulgaria; Attentato di Brindisi. Raffi: "Ferma condanna per il vile atto"; Il Grande Oriente d'Italia unica Gran Loggia europea all'Assemblea annuale della Gran Loggia delle Filippine; La Newsletter dell'Italia Lodge 2001 di Washington; Pensiero e dialogo contro razzismo e odio, a Vienna il V Symposio delle Logge Europa; Sentieri della conoscenza, a Verres confronto sull'enigma dei Rosacroce; Palmi. Simbolismo ed esoterismo nelle opere di Leonardo, la lezione di Pino Abramo; Grosseto. Il 7 giugno conferenza 'Garibaldi dai moti sud americani al Risorgimento italico'; Mps: Profumo, "Massoneria a Siena? Non ne ho idea"; Riuscire a determinare ogni distanza sul terreno, la scommessa della 'Groma'; Cosenza. Energia e verità per la cerimonia della Loggia Fratelli Bandiera; Cosenza. Convegno sul tema "Scienza - Ragione - Libertà"; Riscoprendo il Fratello Ferdinando Martini, l'intellettuale amico di Carducci; Il Papa 'commissaria' la diocesi di Trapani; Corrado Augias racconta "Il disagio della libertà"; 'Il torto del soldato', Erri De Luca racconta l'infamia dei nomi maledetti; La Massoneria spiegata ai LiberiMuratori, una nuova edizione arricchita della trilogia di OswaldWirth; Mostra su Elia Rossi Bey, medico israelita ferrarese e massone; Firenze massonica, pubblicato il libro matricola della storica loggia Concordia.
 Scarica Erasmo Anno XIII - N. 9 del 15 maggio 2012 programma - PDF 5,4 Mb. 

Convegno sul tema "Scienza - Ragione - Libertà"

Cosenza, 26 maggio

Fiume pensanteLa Loggia Francesco Saverio Salfi n. 271 di Cosenza e l'Associazione Equipariamo, con il patrocinio del Grande Oriente d'Italia e del Collegio dei Maestri Venerabili della Calabria, organizza la Giornata di Solidarietà del "Fiume Pensante" - Concorso per 4 Borse di Studio per la migliore Ricerca in Scienze Oncologiche. La giornata prevede alle 17, presso l'Holiday Inn di Cosenza, il Convegno sul tema "Scienza - Ragione - Libertà". L'incontro, coordinato dal Prof. Sergio Tursi Prato, Consigliere dell'Ordine del Grande Oriente d'Italia, prevede la partecipazione ed interventi di: On. Mario Oliverio, Presidente Provincia di Cosenza, On. Gianpaolo Chiappetta, Consigliere Regionale e Membro del Consiglio d'Europa, Dott. Antonio Seminario, Presidente Collegio Maestri Venerabili G.O.I. Calabria, Avv. Antonio Giancarlo Perfetti Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d'Italia, Prof. Sebastiano Andò, Preside Facoltà di Farmacia e Scienze della Nutrizione e della Salute, Università degli Studi della Calabria, Prof. Vincenzo Ferrari, Ordinario di Diritto Privato, Università degli Studi della Calabria, Avv. Ernesto d'Ippolito, Presidente dell'Accademia Cosentina, Ing. Domenico Cavaliere, Maestro Venerabile Loggia "Francesco Saverio Salfi", Dott. Arcangelo Badolati, Giornalista e Scrittore, Dott. Marco Cimmino, Garante d'Amicizia del Grande Oriente d'Italia, Prof. Mario Caligiuri, Assessore Cultura Regione Calabria. A tracciare le conclusioni, il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi.
 Scarica l'Invito - PDF 363 Kb. 

Conferenza 'Laicità oggi: una proposta e una sfida'

Incontri del Grande Oriente

TrentoSabato 19 maggio presso il Castello del Buonconsiglio di Trento (Sala delle Marangonerie), si è tenuta la conferenza pubblica sul tema 'Laicità oggi: una proposta e una sfida'. Il programma dell'incontro, coordinato dal giornalista Giuseppe De Cesare, ha visto il benvenuto di Roberto Cirimbelli, presidente del Collegio Circoscrizionale del Trentino-Alto Adige. A seguire gli interventi di: Morris L. Ghezzi, ordinario di Sociologia del Diritto Università degli Studi di Milano; Stefano Bisi, giornalista e presidente del Collegio della Toscana; Dino Cofrancesco, docente di Storia e Filosofia Politica Università di Genova; Don Paolo Renner, Teologo e direttore Istituto Scienze religiose Bolzano; Claudio Bonvecchio, docente di Filosofia delle Scienze Sociali Università degli Studi dell'Insubria. A tracciare le conclusioni, il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi.
 Photo Gallery
 Il servizio su TG3 

Il Papa 'commissaria' la diocesi di Trapani dopo un'indagine su problemi finanziari. E scatena l'ossessione del complotto massonico dell'arcivescovo destituito


vaticanoIl 19 maggio scorso Benedetto XVI ha sollevato dalla guida della diocesi di Trapani monsignor Francesco Micciché, nominando amministratore apostolico mons. Alessandro Plotti, ex-arcivescovo di Pisa. Mons. Micciché, arcivescovo destituito, per ragioni terrene sulle quali non intendiamo esprimere giudizi, a sua esimente l'ha sparata grossa fino a raggiungere il grottesco insinuando di essere stato punito per "aver denunciato il cappio della Massoneria su Trapani", in questo modo lasciando intendere che la Libera Muratoria sia talmente influente da poter condizionare Papa, Chiesa e Vaticano. Si tranquillizzi: noi non gioiamo delle disgrazie altrui e come sempre ci auguriamo che ognuno, anche l'ex vescovo di Trapani, chiarisca con la magistratura e con la propria coscienza le vicende che lo vedono coinvolto. Questo diciamo, benché mons. Micciché non sia nuovo ad accuse generiche nei confronti della Libera Muratoria del Grande Oriente d'Italia, a fronte della quali si è sempre sottratto a un pubblico confronto con il nostro Gran Maestro, Gustavo Raffi.
 L'articolo de La Repubblica
 L'articolo del Corriere della Sera 

La riscoperta della Patria, dal Risorgimento ai nostri giorni. Paolo Peluffo racconta una Nazione che ha bisogno di padri e maestri

Il successo del 150° dell'Unità d'Italia e le sfide dell'identità 

PeluffoTredici milioni di Tricolori al vento e un ritrovato orgoglio nazionale che si accompagna a una nuova fiducia nello Stato: questo hanno significato le celebrazioni per il 150° dell'Unità d'Italia. Un percorso verso la riscoperta di un comune senso di appartenenza che ha coinciso con l'obbligo di fronteggiare la più grave crisi dal dopoguerra; una risposta corale alla retorica del declino e alle voci cariche di scetticismo, ottenuta stringendosi attorno a un forte racconto identitario. Da qui si deve ripartire secondo quanto Paolo Peluffo scriveva in un libro pubblicato per la prima volta in vista dei festeggiamenti del 2011 e ora aggiornato per rilanciare un progetto che continui ad andare oltre l'interesse dei singoli e che si dimostri all'altezza delle sfide che attendono l'Italia del 2061, quando i giovani di oggi, e i loro figli, celebreranno i duecento anni di Unità nazionale. La riscoperta della Patria. Perché il 150° dell'Unità d'Italia è stato un successo (Rizzoli, pp. 355), prefazione di Giuliano Amato, non è un taccuino di viaggio nelle celebrazioni del centocinquantenari ma il racconto di una passione, quella di essere e sentirsi italiani, che attraverso date importanti mostra il grande desiderio di conoscenza della storia, soprattutto da parte dei giovani.
 La recensione - PDF 90 Kb.
 La scheda del libro dal sito dell'editore 

Presentazione del libro di Renato Traquandi su Randolfo Pacciardi

Grosseto, 25 maggio 

PacciardiVenerdì 25 maggio alle 18, a Grosseto, presso il Caffè Carducci verrà presentato il libro "Randolfo Pacciardi", di Renato Traquandi. Insieme all'autore, interverranno il presidente del Collegio Toscano, Stefano Bisi, Paolo Pisani e Mario Luzzetti, amico di Pacciardi. Conduce Roberto Breschi, già Maestro Venerabile della Loggia "Randolfo Pacciardi" n. 1339 di Giuncarico. Con quest'opera, attraverso l'esame di articoli di giornali e testimonianze dirette, l'autore riporta all'attenzione delle cronache la figura e il pensiero di Pacciardi. Fervente mazziniano da giovanissimo, fu poi attivo nella lotta antifascista, che gli costò la condanna a cinque anni di confino. Nominato segretario del Partito Repubblicano Italiano, combatté per la liberazione della Spagna dai franchisti e fondò negli Stati Uniti la "Mazzini Society". Rientrato nell'Italia liberata nel 1944, sarà protagonista delle vicende politiche nazionali per circa un quarantennio, fondando e dirigendo diversi quotidiani.
 Scarica la Locandina - PDF 434 Kb. 

Riunione delle "Emulation Lodge" italiane a Cagliari

Cagliari, 26-27 maggio 

Emulation DayAvrà luogo a Cagliari, il 26 - 27 Maggio 2012, presso Il Centro d'arte e cultura Exma, il IV Emulation Day. La manifestazione, organizzata dalla Loggia Heredom 1224, sempre in primo piano nella comunicazione multimediale, è rivolta alle 26 Officine del Grande Oriente d'Italia di rituale Emulation. Il modo di lavorare "Emulation" prende il nome dall'Emulation Lodge of Improvement (Loggia Emulation di Perfezionamento) di Londra, il cui Comitato è custode di questo particolare rituale praticato universalmente, in particolare dalle logge di tradizione anglosassone.
 Scarica la Brochure - PDF 2.21 Mb.
 Scarica l'Invito - PDF 1.29 Mb.
 Scarica il Modulo di preadesione - PDF 239 Kb. 

Presentazione del libro di Massimo Scioscioli "Nel segno della democrazia"

Livorno, 31 maggio

LivornoGiovedì 31 Maggio alle 17,30, presso la Fratellanza Artigiana (Piazza dei Domenicani) a Livorno, il Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d'Italia, Massimo Bianchi, presenterà il libro di Massimo Scioscioli "Nel segno della democrazia". Modererà l'incontro il giornalista Gianfranco Grossi. Relatore Pier Fernando Giorgetti, docente di filosofia. Interverranno l'autore e Giorgio Vitangeli, direttore della rivista "Finanza". Frutto di ricerche condotte in Inghilterra e in Scozia, questo volume presenta oltre 100 lettere inedite di Giuseppe Mazzini indirizzate tra il 1842 e il 1871 a John Forster, John Me Adam, Aspasia Lega Fletcher, Linda White Villari e Thomas Ireland.
 Scarica l'invito - PDF 230 Kb. 

Dona il 5xmille alle associazioni laiche di volontariato

Aiutiamo chi aiuta


I Fratelli del Grande Oriente d'Italia di ogni circoscrizione sono impegnati in realtà associative che operano nel campo del volontariato, dell'assistenza, della utilità sociale. Tutti noi ne conosciamo qualcuna, ne apprezziamo il lavoro, ma spesso ignoriamo le difficoltà economiche e la penuria di mezzi. Vi sollecitiamo a cogliere l'opportunità di aiutarle destinando la quota del 5 per mille dell'imposta che grava sul vostro reddito. Segnaliamo alcune di queste realtà, sicuramente non tutte quelle che di fatto operano e ce ne scusiamo. Il nostro elenco è il risultato delle indicazioni pervenute e potremo aumentarlo solo attraverso altre comunicazioni. 
 La lista delle Onlus dal sito GOI 

Raccontando Randolfo Pacciardi, l'ultimo mazziniano

Tra i padri della Repubblica, fu Libero Muratore del Grande Oriente d'Italia

Randolfo PacciardiIn libreria 'Randolfo Pacciardi, Profilo politico dell'ultimo mazziniano' di Paolo Palma, Editore Rubbettino (pp. 224). Il saggio traccia il primo profilo politico e biografico di Pacciardi (1899-1991), basato su una vasta e inedita documentazione di diversa provenienza. Pacciardi è stato uno dei grandi dell'antifascismo italiano in esilio e dopo, uno dei padri della Repubblica. Fondatore e segretario generale del primo movimento clandestino antifascista, l'Italia Libera, poi esule in Svizzera dove diresse una "centrale" antifascista che organizzò ardite manifestazioni di propaganda e attentati a Mussolini. Nel '36-'37 comandò la Brigata Garibaldi nella guerra civile spagnola. Segretario del Partito Repubblicano, vicepresidente del consiglio con De Gasperi e ministro della Difesa che ricostruì le forze armate italiane, il suo nome è legato alla svolta centrista del '47, all'adesione dell'Italia al Patto Atlantico, alla lotta contro il centrosinistra, che gli costò l'espulsione dal Pri nel 1964, e all'idea presidenzialista, che cercò di affermare con l'Unione Democratica per la Nuova Repubblica. Pacciardi fu Libero Muratore del Grande Oriente d'Italia, come ha ricostruito lo storico Santi Fedele nel saggio 'La massoneria italiana nell'esilio e nella clandestinità 1927-1939' (Franco Angeli, 2005). La sua orazione funebre, nelle esequie private, fu tenuta da Gustavo Raffi, poi divenuto Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia. Il lettore troverà in questo libro le indicazioni bibliografiche sugli sviluppi delle ricerche pacciardiane. E forse si chiederà come mai un personaggio dello spessore di Pacciardi, uno dei capi più prestigiosi dell'antifascismo in esilio, uno dei padri della Repubblica, abbia finora avuto una fortuna storiografica limitata. Il saggio di Palma è nato in concomitanza all'iniziativa dell'Archivio storico della Camera dei deputati, che il 19 aprile 2011 ha celebrato, con un convegno e la pubblicazione di un volume di discorsi, i venti anni dalla scomparsa di Pacciardi.
 La scheda del libro 

RASSEGNA STAMPA GOI

Trento 20 maggio 2012 (L'Adige)
La laicità che rianima la democrazia

Trento 20 maggio 2012 (Corriere del Trentino)
"All'Italia serve una rivolta morale"

Torino 20 maggio 2012 (La Stampa)
Attentato di Brindisi: meglio stare zitti che gridare sempre al complotto

Trento 20 maggio 2012 (Trentino)
"L'Italia? Stato arcaico". Parola di massone

Ravenna 20 maggio 2012 (La Voce di Romagna)
Scuole e asili nido al setaccio. Solidarietà su Facebook e al Diana

Roma 20 maggio 2012 (La Repubblica)
Terremoto: Raffi (Goi), dolore per vittime, è l'ora della solidarietà

Bologna 20 maggio 2012 (ANSA)
Sisma Emilia: Gran Maestro Raffi, Grande Oriente aiuterà

Roma 20 maggio 2012 (Adnkronos)
Terremoto: Raffi (GOI), dolore per vittime, è l'ora della solidarietà. Ricostruire pietra su pietra luoghi di arte e di storia - Grande Oriente farà la sua parte

Genova 20 maggio 2012 (Il Secolo XIX)
L'ultima anomalia dell'orrore

Roma 19 maggio 2012 (Adnkronos)
Brindisi: Raffi (GOI), il sangue dei giovani grida verità

Potenza 19 maggio 2012 (ANSA)
Attentato Brindisi: Raffi (GOI), gesto vile e senza onore

Roma 19 maggio 2012 (TMNews)
Brindisi/Condanna da Massoneria del Grand'Oriente: Attentato vile

Roma 19 maggio 2012 (Asca)
Brindisi: Raffi(Goi), non risparmiare sforzi per trovare autori crimine

Roma 19 maggio 2012 (Adnkronos)
Brindisi: Raffi (GOI), il sangue dei giovani grida verità

Trento 19 maggio 2012 (Trentino)
Orgoglio massonico "Il nostro obiettivo? L'uomo perfetto"

Leggi la Rassegna Stampa in tempo reale dal sito GOI - Clicca Qui 

martedì 22 maggio 2012

Conferenza "Laicità oggi: una proposta e una sfida"

Trento, 19 maggio

Incontri del Grande OrienteSabato 19 maggio alle 9.30 presso il Castello del Buonconsiglio di Trento (Sala delle Marangonerie), si terrà la conferenza pubblica sul tema 'Laicità oggi: una proposta e una sfida'. Il programma dell'incontro, coordinato dal giornalista Giuseppe De Cesare, prevede il benvenuto di Roberto Cirimbelli, presidente del Collegio Circoscrizionale del Trentino-Alto Adige. A seguire gli interventi di: Morris L. Ghezzi, ordinario di Sociologia del Diritto Università degli Studi di Milano; Stefano Bisi, giornalista e presidente del Collegio della Toscana; Dino Cofrancesco, docente di Storia e Filosofia Politica Università di Genova; Don Paolo Renner, Teologo e direttore Istituto Scienze religiose Bolzano; Claudio Bonvecchio, docente di Filosofia delle Scienze Sociali Università degli Studi dell'Insubria. A tracciare le conclusioni, il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi.
 Scarica il programma - PDF 195 Kb. 

Seminario di Studio del Primo Grado

Trento, 19 maggio

Seminario sul primo gradoAl termine della conferenza "Laicità oggi: una proposta e una sfida", si terra' il Seminario di Studio del Primo Grado riservato ai Fratelli del Grande Oriente d'Italia. Il programma dei lavori prevede interventi e contributi da parte di Roberto Cirimbelli, presidente del Collegio Circoscrizionale del Trentino-Alto Adige; Bernardino Fioravanti, "La storia del Grado di Apprendista"; Stefano Bisi, "La tegolatura: come avveniva e come avviene"; Claudio Bonvecchio, "Il Grado di Apprendista: un percorso simbolico"; Giuseppe Abramo, "Il silenzio dell'Apprendista"; Morris Ghezzi "I Lavori in Grado di Apprendista"; Peter Litturi "Longissima via: i viaggi dell'Apprendista". Alle 18 le conclusioni del Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi.
 Scarica il programma - PDF 242 Kb.
 Per informazioni e prenotazione (obbligatoria) 

Servizio del TG2 sulla Massoneria e speciale Rete8-VGA sulla Gran Loggia di Rimini

Multimedia 

Massoneria sui MediaSui media ancora spazio alla Massoneria ed alla Gran Loggia di Rimini. "Oltre la crisi, la bussola dei valori per ritrovare l'Uomo", è stato il titolo della più importante assise massonica italiana, tra momenti rituali e dibattiti aperti al pubblico. Nella nuova location del Palacongressi di Rimini, oltre 3.000 Fratelli del Grande Oriente d'Italia e centinaia di profani, si sono dati appuntamento anche quest'anno per l'assise annuale del GOI, sempre più ricca di eventi di arte, cultura e spettacolo che per tre giorni, accanto ai lavori rituali, hanno polarizzato l'attenzione di un folto pubblico e dei mass media, dimostrando la vitalità e la forza propositiva dell'Istituzione nel nostro Paese.
 Il servizio del TG2 sulla Massoneria
 Lo speciale di Rete8-VGA sulla Gran Loggia 2012 

Pensiero e dialogo contro razzismo e odio, a Vienna il 5° Symposio delle Logge Europa

Eventi Internazionali 

EuropaDall'11 al 13 di maggio si è tenuta in Austria, nella cornice del quartiere dei Musei Reali di Vienna, il 5° Symposio delle logge denominate Europa. L'evento, ideato nel 2008 dalla Loggia Europa n.765 di Riccione su indicazione del Gran Maestro, Gustavo Raffi, costituisce ormai uno dei più importanti incontri massonici nel vecchio Continente. Quest'anno l'organizzazione è stata curata dalla Loggia Viennese "Europa zu Neuen Welten", sotto il patrocinio dalla Gran Loggia di Austria. All'assise hanno preso parte le Logge provenienti da Francia, Germania, Romania, Grecia, Cipro, Austria, Serbia, Bosnia, Ungheria e Italia. Il nostro Paese è stato rappresentato da tre Officine: la Loggia Europa n. 765 di Riccione, la Loggia Europa 92 n.1078 di Firenze e la Loggia Porta Europa n.1390 di Ispra (Va). Ai lavori ha partecipato il Gran Maestro della Gran Loggia d'Austria, Nicolaus Schwerzeler, il Past Grand Master, Michael Kraus, e il Segretario Esecutivo delle Logge Europa, Vladimir Dumitru. In rappresentanza del Gran Maestro Raffi, è intervenuto il Fratello Liborius Ceran, Gran Rappresentante del Grande Oriente d'Italia. Il Maestro Venerabile della Loggia Viennese, Herbert Feldner-Busztin, ha consegnato il Labaro delle Logge "Europa" al prossimo organizzatore del Symposio 2013 al Fratello Igor Tolstoj, Maestro Venerabile della Loggia Europa all'Oriente di Belgrado.
 Photo Gallery 

14esima edizione del concorso "Musica è..."

Follonica, 20 maggio 

Musica è ...Per il quattordicesimo anno consecutivo, la Loggia "Guerrazzi" di Follonica ha organizzato il concorso riservato agli studenti degli ultimi anni di corso degli Istituti d'Istruzione Superiori di Follonica, di Massa Marittima, del Polo Liceale e del Liceo Artistico di Grosseto. Il concorso 2012, dal titolo "MUSICA E'..." ha suscitato entusiasmo fra i docenti e gli studenti interessati, trattandosi di un argomento molto sentito dai giovani. Si è infatti registrata una numerosa e qualificata partecipazione, sia nella sezione narrativa sia in quella grafica, per un totale di circa 70 studenti. La premiazione degli elaborati vincenti avverrà domenica 20 maggio, nell'Aula Magna dell'Istituto Tecnico Commerciale di Follonica, con inizio alle 10. Alla cerimonia, aperta al pubblico, parteciperanno i dirigenti, i docenti e gli studenti degli Istituti interessati, con i loro parenti, alla presenza delle massime autorità cittadine. A rappresentare il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi, ci sarà Massimo Bianchi, Gran Maestro Aggiunto. Partecipano all'evento anche Mauro Lastraioli, Gran Maestro Onorario e Stefano Bisi, presidente del Collegio della Toscana. 

Convegno sul tema "Scienza - Ragione - Libertà"

Cosenza, 26 maggio

Fiume pensanteLa Loggia Francesco Saverio Salfi n. 271 di Cosenza e l'Associazione Equipariamo, con il patrocinio del Grande Oriente d'Italia e del Collegio dei Maestri Venerabili della Calabria, organizza la Giornata di Solidarietà del "Fiume Pensante" - Concorso per 4 Borse di Studio per la migliore Ricerca in Scienze Oncologiche. La giornata prevede alle 17, presso l'Holiday Inn di Cosenza, il Convegno sul tema "Scienza - Ragione - Libertà". L'incontro, coordinato dal Prof. Sergio Tursi Prato, Consigliere dell'Ordine del Grande Oriente d'Italia, prevede la partecipazione ed interventi di: On. Mario Oliverio, Presidente Provincia di Cosenza, On. Gianpaolo Chiappetta, Consigliere Regionale e Membro del Consiglio d'Europa, Dott. Antonio Seminario, Presidente Collegio Maestri Venerabili G.O.I. Calabria, Avv. Antonio Giancarlo Perfetti Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente d'Italia, Prof. Sebastiano Andò, Preside Facoltà di Farmacia e Scienze della Nutrizione e della Salute, Università degli Studi della Calabria, Prof. Vincenzo Ferrari, Ordinario di Diritto Privato, Università degli Studi della Calabria, Avv. Ernesto d'Ippolito, Presidente dell'Accademia Cosentina, Ing. Domenico Cavaliere, Maestro Venerabile Loggia "Francesco Saverio Salfi", Dott. Arcangelo Badolati, Giornalista e Scrittore, Dott. Marco Cimmino, Garante d'Amicizia del Grande Oriente d'Italia, Prof. Mario Caligiuri, Assessore Cultura Regione Calabria. A tracciare le conclusioni, il Gran Maestro del Grande Oriente d'Italia, Gustavo Raffi.
 Scarica l'Invito - PDF 363 Kb. 

Conferenza "Garibaldi dai moti sud americani al Risorgimento italico"

Grosseto, 7 giugno

GaribaldiTradizionale appuntamento dell'Antica Società Storica Maremmana e della Loggia Pacciardi n.1339, il prossimo 7 giugno alle 16.30 presso la Sala Pegaso del palazzo della Provincia di Grosseto. Questa è la seconda iniziativa delle cinque in programma per il corrente anno, patrocinate dal Comune e dalla Provincia di Grosseto. L'incontro prevede interventi di Giuseppina, Scotti saggista e presidente UniTre e di Gerardo Palermo, storico ed opinionista, Luciano Manganelli, Maestro Venerabile della Loggia Pacciardi, Paolo Pisani, Antica Società Storica Maremmana, Roberto Breschi, già Maestro Venerabile della Loggia Pacciardi.
 Scarica la Locandina - PDF 138 Kb. 

Presentazione del libro "Il disagio della libertà" di Corrado Augias

Roma, 5 luglio 

AugiasGiovedì 5 luglio alle 19.30, a conclusione delle attività del primo semestre 2012, a cura del Servizio Biblioteca, Corrado Augias presenterà il suo ultimo volume "Il disagio della libertà" edito da Rizzoli nel Parco di Villa Il Vascello (Via di San Pancrazio, 8). Questo libro, rappresenta un'indagine colta e curiosa su una pericolosa debolezza del nostro carattere, è anche un appello a ritrovare il senso alto della politica e della condivisione di un destino. La libertà, intesa come il rispetto e la cura dei diritti di tutti, non è un'utopia da sognare ma un traguardo verso cui tendere. Parteciperà alla presentazione il Gran Maestro Gustavo Raffi.
 Scarica l'invito - PDF 500 Kb.
 La scheda del libro dal sito dell'editore 

Una nuova edizione arricchita della trilogia di Oswald Wirth

La Massoneria resa comprensibile ai massoni

WirthSono usciti in Francia, con la prefazione del Gran Bibliotecario del Grande Oriente d'Italia, Bernardino Fioravanti, il libro dell'Apprendista e il libro del Compagno da "La massoneria resa comprensibile ai massoni" di Oswald Wirth in una nuova edizione arricchita da un apparato iconografico di grande suggestione. Irène Mainguy, la curatrice, ha rinnovato il contenuto e l'apparato critico dei volumi, tenendo conto degli studi dell'ultimo secolo. L'iniziativa editoriale ha riscosso in Francia un notevole successo, che ha tutte le premesse per ripetersi nel nostro Paese. La traduzione italiana dei due volumi uscirà entro la fine dell'anno per le edizioni Mediterranee.
 La scheda del libro dal sito dell'editore 

Memorie di un Massone

Nicola Mardarce - Bastogi 

Memorie"La Massoneria vista e vissuta dall'interno" è il sottotitolo del libro, con l'intento, dichiarato, di fare da controcanto al libro di Maurice Caillet "Io ero massone" (un libro che, sia detto per inciso, disonora ben più il transfuga che l'Istituzione cui egli dichiara di essere appartenuto; e non per il "tradimento", ma piuttosto perché Caillet dimostra di non aver compreso nulla degli insegnamenti ricevuti). Ma Mardarce non polemizza con l'ex massone francese; semplicemente, racconta la sua esperienza massonica, ben più coerente e consapevole di quella di Caillet. E lo fa con grazia e con ironia, e a tratti quasi con britannico distacco, comunque ponendosi fin dalla premessa un obiettivo chiaro: "Non è mia intenzione convincervi delle mie ragioni né difendere la massoneria ove non tutto è rose e fiori, al pari di qualunque aggregazione di esseri umani. Desidero soltanto ripristinare l'obiettività".
 La scheda del libro 

RASSEGNA STAMPA DEL GOI

Roma 17 maggio 2012 (Adnkronos)
Trento: sabato convegno 'Laicità oggi, una proposta e una sfida'

Bari 17 maggio 2012
Sulla rivista "Risorgimento e Mezzogiorno", Rassegna di Studi Storici, la recensione al libro del Gran Maestro, Gustavo Raffi, 'In nome dell'Uomo'

Biella 17 maggio 2012 (Eco di Biella)
Uno sguardo dentro al "Tempio"

Siena 15 maggio 2012 (La Nazione)
"Umanità e massoneria, oggi"

Roma 14 maggio 2012 (Adnkronos)
Cagliari: giovedì confronto su esoterismo Michelangelo in Cappella Sistina

Roma 14 maggio 2012 (Adnkronos)
Trento: sabato convegno 'Laicità oggi: una proposta e una sfida'

Roma 14 maggio 2012 (L'Incontro)
Costruiamo la cattedrale di un nuovo impegno civile

Portoferraio 12 maggio 2012 (Il Tirreno)
Napoleone e la massoneria all'Elba

Leggi la Rassegna Stampa in tempo reale dal sito GOI - Clicca Qui 

lunedì 14 maggio 2012

Quarantacinque delegazioni per la 231esima Gran Loggia Annuale della Gran Loggia dello Stato di New York. E' James E. Sullivan il nuovo Gran Maestro

Costruttori di Libertà oltre ogni confine
 
Gran Loggia di New YorkLa bellezza della Fratellanza oltre ogni confine. Quarantacinque Obbedienze hanno partecipato alla 231esima Gran Loggia Annuale della Gran Loggia dello Stato di New York, che si è tenuta dal 6 all'8 maggio. Il nuovo Gran Maestro è James E. Sullivan, mentre il Past Grand Master Vincent Libone, assume l'incarico di Gran Segretario. Per l'Italia, all'importante assise massonica internazionale ha partecipato il Grande Oriente con il Gran Maestro Gustavo Raffi, il Gran Segretario, Alberto Jannuzzelli, e il Grande Ufficiale Salvo Pulvirenti, Un'occasione di confronto e fraternità sui grandi temi della laicità e dell'impegno della Massoneria per la libertà e i diritti umani, che rafforza le relazioni fraterne tra l'Obbedienza di Palazzo Giustiniani e la Libera Muratoria americana. "Una Istituzione come quella Massonica vive nei cuori degli Uomini e cammina sulle loro gambe. Ma è solo quando il Tempio si apre al dialogo con la società che realizza veramente la sua Grande Opera", ha sottolineato nel suo intervento il Gran Maestro Raffi. "E' solo quando riesce a parlare ai giovani che fa la storia. Le crisi e le sfide del mondo di oggi non sono meno difficili - ha sottolineato il Gran Maestro di Palazzo Giustiniani - la Massoneria è scuola di confronto. E vale sempre la pena combattere per la libertà. E' una responsabilità che dobbiamo accettare, per il bene dell'Umanità e della Massoneria Universale: una nuova missione da compiere, insieme".
 Photo Gallery