Loggia

Official Web Site

www.heredom1224.it

mercoledì 31 agosto 2016

Masonic Charitable Foundation - Geoff's Story




Masonic Times

Livorno Music Festival, tra gli sponsor le logge labroniche del Grande Oriente d'Italia


Per il terzo anno l’Oriente di Livorno, che identifica tutte le logge del Grande Oriente d’Italia nel capoluogo labronico, sponsorizza il Livorno Music Festival. La rassegna musicale, giunta alla sesta edizione, è in programma dal 23 agosto al 7 settembre, e presenta in cartellone 18 concerti di musica classica tenuti, nei luoghi più caratteristici della città, da artisti di fama internazionale insieme a giovani talenti dei migliori Conservatori italiani. Ai concerti sono associati corsi di perfezionamento a cui prendono parte diplomati di alcuni paesi esteri.
Domenica 28 agosto, in occasione del concerto che si è tenuto nella Fortezza Vecchia,  Paolo Pilloni, presidente dell’Oriente di Livorno, ha consegnato al Maestro Vittorio Ceccanti, direttore artistico del festival, borse di studio per il valore di 2500 euro. Il Gran Maestro Onorario Massimo Bianchi, presente alla manifestazione, ha espresso nel suo intervento di saluto l’apprezzamento per l’alto livello della iniziativa ricordando il valore della musica nella ritualità della Massoneria. Tra l’altro, il concerto della serata era dedicato a Mozart e Beethoven, illustri esponenti della Libera Muratoria.
Livorno Music festival
ALLEGATI

Pitagorismo e Massoneria, convegno a Lido di Camaiore della Loggia Dante Alighieri di Viareggio


Per festeggiare i suoi primi quaranta anni la Loggia Dante Alighieri (392) di Viareggio realizza domenica 11 settembre (ore 16) un convegno pubblico a Lido di Camaiore presso la sala convegni dell’Hotel le Dune” (viale Cristoforo Colombo 259). Titolo dell’incontro: “Pitagorismo e Massoneria, perché”. Quattro gli interventi in programma moderati da Francesco Borgognoni, presidente circoscrizionale della Toscana del Grande Oriente d’Italia. Portano contributi al convegno: Angelo Tonelli, poeta, performer, regista teatrale, tra i massimi grecisti viventi, che terrà una relazione sui “Misteri iniziatici”; i filosofi Luciano Albanese dell’Università La Sapienza di Roma  e Valerio Meattini dell’Università di Bari che parleranno rispettivamente di “Proclo, il neo pitagorismo e gli oracoli  caldaici” e  “Pitagorismo e massoneria  del ‘700: nuova sintesi o ripresa di antichi misteri?”; l’assiriologo Pietro Mander dell’Università Orientale di Napoli che affronterà il tema “Pitagorismo e Massoneria. Considerazioni di un libero muratore”. Chiude i lavori il Gran Maestro Onorario del Grande Oriente d’Italia, Massimo Bianchi.
Info: Stefano Frediani 340 358 1676 fidias58@gmail.com | Edmondo Saltarelli 340 937 3235 edmonsalt@gmail.com
 

Grande Oriente d’Italia: i massoni viareggini presentano la loro sede | Il Tirreno Viareggio


Tirreno Viareggio 29.08.2016
Il Tirreno Viareggio del 29 agosto 2016
ALLEGATI

martedì 30 agosto 2016

Cinema. El abrazo de la serpiente, un film dal contenuto iniziatico che rende omaggio alla Amazzonia e al suo popolo


locandinaIl Servizio Biblioteca del Grande Oriente d’Italia segnala il film “El abrazo de la serpiente” del regista colombiano Ciro Guerra uscito nelle sale italiane il 4 agosto. È un lavoro prezioso che rispetta e aiuta a comprendere il profondo contenuto iniziatico della cultura del popolo dell’Amazzonia. 
Karamakate era una volta un potente sciamano dell’Amazzonia, ora è l’ultimo superstite del suo villaggio e vive in isolamento volontario nelle profondità della giungla. Dopo anni di totale solitudine è diventato un chullachaqui, un guscio vuoto, privato di emozioni e ricordi. La sua vita vuota cambia il giorno in cui arriva Evan, un etnobotanico americano alla ricerca della yakruna, una potente pianta capace di insegnare a sognare. Karamakate accetta di accompagnare Evan nella ricerca e iniziano un viaggio nel cuore della giungla, dove passato, presente e futuro si confondono. È così che lo sciamanno inizia a recuperare i suoi ricordi che però rievocano una amicizia tradita e un profondo dolore che non lo abbandonano fino a quando non riesce a trasmettere, per l’ultima volta, quella conoscenza ancestrale che sembrava destinata a scomparire per sempre.

Bosco Isabella 2016. Tradizionale tornata della loggia “XX Settembre” di Montepulciano


Nuovo appuntamento a Radicofani – a circa 70 chilometri da Siena – per l’ormai consueta, e attesa, tornata rituale in grado di apprendista nel Bosco Isabella, organizzata ogni anno dalla loggia “XX Settembre” (604) di Montepulciano, in collaborazione con il Collegio della Toscana del Grande Oriente d’Italia. L’appuntamento è per domenica 4 settembre alle ore 9,30 e dopo i lavori è prevista un’agape bianca nel vicino Ristorante “La Torre”.
Radicofani, piramide nel Bosco di Isabella prima del restauro finanziato dal Grande Oriente d'Italia
Radicofani, piramide nel Bosco di Isabella prima del restauro finanziato dal Grande Oriente d’Italia
Il Bosco Isabella fu realizzato tra la fine dell’Ottocento e i primi anni del Novecento dal massone Odoardo Luchini, senatore del Regno, nativo di Radicofani. Per la realizzazione del “tempio a cielo aperto” Luchini utilizzò, a carattere simbolico, particolari specie arboree. Dedicò l’opera alla moglie Isabella Andreucci. Il Bosco Isabella, dichiarato di interesse pubblico nel 1922 e classificato tra le bellezze naturali nel 1939, è stato acquistato dal Comune di Radicofani nel 1983 e oggi è parco pubblico.
Info e prenotazioni: biagiottiraffaello@gmail.it oppure 3463452370 | 3488908116 | 335399352 | 3394232895

ALLEGATI

La scelta e i suoi enigmi




Si svolgerà presso la sede della Sicof, presso Domus Nova Bethlem, il seminario «La scelta e i suoi enigmi. Esistenza, sfondo, azione» con Giancarlo Marinelli e Elisabetta Zamarchi. Il costo del seminario è di 50 euro per i soci Sicof e 75 euro per gli esterni. L'appuntamento è per il 10 settembre dalle 9.30 alle 13.30. Infoline 347.6373803

Francesco Maria Santinelli e la Lux Obnubilata. Il 9 settembre a Pesaro il fascino dell’alchimia nel Seicento


Trecentocinquanta anni fa Francesco Maria Santinelli pubblicava la sua opera di maggiore interesse: la “Lux Obnubilata”, poema considerato compendio della cultura alchemica del Seicento. Il 9 settembre una mostra e un convegno a Pesaro parleranno di Santinelli e dei suoi scritti.

Il genio è figlio del libero pensiero, sempre. Se poi il genio si evidenzia come il delta di un fiume per esprimersi da avventuriero e diplomatico, alchimista e poeta, seduttore e cortigiano, scrittore e uomo d’arme, allora si chiama Francesco Maria Santinelli, conte della Metola, marchese di San Sebastiano, nato a Pesaro nel 1627, vissuto 70 anni tra incredibili successi e contraddizioni, dalla natia Sant’Angelo in Vado alle corti imperiali più potenti. Per onorare i 350 anni dalla prima edizione di “Lux Obnubilata”, opera guida di Francesco Maria Santinelli, il Collegio circoscrizionale delle Marche del Grande Oriente d’Italia, il Circolo Voltaire di Pesaro, la Provincia di Pesaro e l’Ente Olivieri Biblioteca e Musei Oliveriani organizzano il 9 settembre una mostra e un convegno.
La mostra “Opera e manoscritti di Francesco Maria Santinelli”, a cura di Brunella Paolini, sarà inaugurata alle ore 12 presso la Biblioteca Oliveriana di Pesaro (via Mazza 97). Il convegno inizierà alle 15,30 presso la Sala Pierangeli della Provincia. I lavori saranno aperti dal saluto del presidente circoscrizionale delle Marche, Fabrizio Illuminati. Seguiranno gli interventi di Marco Rocchi (Università di Urbino) sulla biografia di Santinelli e i lasciti della “Lux Obnubilata”; di Davide Riboli (Accademia di Urbino) che leggerà brani della “Lux” e del “Carlo Quinto”, altra opera significativa di Santinelli che sarà poi analizzata, nell’ottica alchemica, da Elisabetta Cerigioni (Università di Urbino). Porteranno altri contributi Francesco Sberlati (Università di Bologna) su “La poesia alchemicaGiovanni Caputo (Università di Urbino) su “Santinelli, Jung e l’alchimia”, David Gullentops(Università di Bruxelles) su “Alchimia poetica in Santinelli e Cocteau”, il Grande Oratore del Grande Oriente d’Italia Claudio Bonvecchio (Università Insubria di Varese) che parlerà di “Alchimia antica e moderna”.
poster-low

ALLEGATI

lunedì 29 agosto 2016

Grande Oriente d’Italia: sottoscrizione per i bambini terremotati | World Web News


World Web News 25.08.2016
World Web News del 25 agosto 2016

Viareggio, a Natale la casa massonica. Al convegno il progetto e il ricordo di Roberto Mei | La Nazione Viareggio


La Nazione Viareggio del 27 agosto 2016
La Nazione Viareggio del 27 agosto 2016
ALLEGATI

La Gran Loggia in bassa stagione


di Almerindo Duranti

Pagine di Storia, convegno su Garibaldi in Aspromonte


garibaldiLa storia, le storie. Convegno il 29 agosto a Sant’Eufemia d’Aspromonte dedicato a Giuseppe Garibaldi che qui venne ferito 154 anni fa -un anno e mezzo dopo la proclamazione del Regno d’Italia- in uno scontro a fuoco con le truppe italiane. Un episodio che ebbe fortissima eco per la popolarità di cui godeva l’Eroe in tutto il mondo. L’appuntamento è alle 18 nel Mausoleo dedicato al generale. Faranno gli onori di casa Giuseppe Bombino presidente dell’ente parco d’aspromonte e il sindaco Domenico Creazzo. Relatori: la professoressa Annita Garibaldi Jallet, presidente dell’Associazione nazionale veterani e reduci garibaldini, il professor Santi Fedele, Gran Maestro Aggiunto del Grande Oriente e docente di Storia contemporanea all’università di Messina e il saggista Antonino Nocera. Modera Cosimo Petrolino. Affidato al Quintet Brasset l’intrattenimento musicale. ☻
ALLEGATI

Viareggio: sala piena e numerosi interventi dal pubblico all’incontro dedicato a Mei


Venerdì 26 agosto grande partecipazione di pubblico al tradizionale appuntamento organizzato dalle Logge di Viareggio, Felice Orsini (134) e Dante Alighieri (932), in ricordo di Roberto Mei, membro della Orsini deceduto nel 2005.

Dopo il benvenuto dell’organizzatore, Ivano Nocetti della RL Felice Orsini, il moderatore Gianmichele Galassi, dopo una breve introduzione dell’argomento, passa la parola per il saluto di rito al Presidente del Collegio toscano, Francesco Borgognoni. Poi è la volta dei due relatori: Guidi della Nazione tratta brevemente il tema della massoneria viareggina agli occhi dell’opinione pubblica mentre Adolfo Lippi del Tirreno illustra la storia e l’operato della Massoneria a Viareggio con tono di assoluto apprezzamento per quanto fatto dai Liberi Muratori nell’ultimo secolo e mezzo.
A questo punto, numerosissimi gli interventi dal pubblico, soprattutto per ricordare con grande affetto e stima il fratello Mei, di cui erano presenti anche alcuni familiari: il figlio stesso è intervenuto per manifestare la grande affezione che il padre nutriva per l’Istituzione e per ricordarlo in alcuni tratti privati.
Prima di passare la parola al Gran Maestro, Stefano Bisi, viene ricordato che il Grande Oriente d’Italia ha aperto una sottoscrizione in favore dei bambini terremotati a cui tutti dovrebbero contribuire in base alle proprie forze.
Il Gran Maestro quindi illustra brevemente quanto fatto in questi giorni per organizzare gli aiuti agli sfortunati colpiti dalla tragedia, ricordando che un’azione non coordinata potrebbe altresì risultare anche ostativa per le organizzazioni governative inviate nel territorio, ringrazia infine i moltissimi fratelli che si sono fatti avanti proponendo il proprio intervento diretto nelle zone colpite dal sisma.
L’asse portante del suo apprezzatissimo intervento verte sulla legalità ed il rispetto della legge sulla privacy, rispetto che non deve mai essere subordinato in quanto libertà e grado di democrazia di un Paese si misurano proprio dall’assoluto rispetto delle norme vigenti da parte di chicchessia, Istituzioni dello Stato comprese. Spiega come la nostra sia una battaglia di principio, per le libertà personali, vuoi di associazionismo vuoi di riservatezza per le scelte individuali, che uno Stato che si dica democratico deve considerare inviolabili in qualsiasi condizione.
Dopo il lungo applauso, il ringraziamento a tutti gli intervenuti e la cena fraterna.

da sinistra: Nocetti (in piedi), Lippi, Guidi, Galassi, Bisi, Borgognoni, Bianchi
da sinistra: Nocetti (in piedi), Lippi, Guidi, Galassi, Bisi, Borgognoni, Bianchi
L'affollatissimo salone del Grand Hotel Principe di Piemonte a Viareggio, durante il convegno
L’affollatissimo salone del Grand Hotel Principe di Piemonte a Viareggio, durante il convegno

LiberaMente Massoneria 2016. Radicofani (SI), Sabato 3 Settembre


Come ogni anno il Grande Oriente d’Italia incontra la Società a Radicofani per LiberaMente Massoneria

 
Un’occasione, lunga un giorno, per conoscere direttamente la Massoneria del Grande Oriente d’Italia attraverso incontri, dibattiti, conferenze e talk shows. In contemporanea una piccola fiera ed alcuni eventi sparsi per la cittadina offriranno l’occasione per visitare questo meraviglioso territorio che sa offrire un’eccellente selezione di prodotti tipici ed una ospitalità squisita…
 
 

Il programma degli eventi previsti per sabato 3 settembre 2016 – LiberaMente Massoneria

 
Ore 11:00 – Sala del Consiglio Comunale
Conferenza inserita nel ciclo per i festeggiamenti dell’anniversario della Repubblica del Grande Oriente d’Italia in collaborazione con il Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Toscana
70Repubblica. “Costituzione e Repubblica: valori ed idee per un’Italia libera e giusta”
Saluto di Francesco Fabbrizzi, Sindaco di Radicofani
Introduzione e saluti di apertura: Francesco Borgognoni, Presidente Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Toscana
Moderatore: Gianmichele Galassi, giornalista e saggista
Relatori:
Daniele Pasquinucci,  Università di Siena – “Il referendum istituzionale e l’elezione dell’Assemblea costituente”
Massimo Nardini, Università di Firenze – “I lavori della Costituente”
Gabriele Paolini, Università di Firenze – “Il voto alle donne e le donne al voto”
Conclusioni: Fabrizio Nepi, Presidente della Provincia di Siena
Ore 18:00 – Teatro Costantini di Radicofani
Talk Show
“Multiculturalismo: Tolleranza e Conoscenza nel dialogo per discernere le differenti identità in Europa”
Saluto di Francesco Fabbrizzi, Sindaco di Radicofani
Introduzione e saluti di apertura: Francesco Borgognoni, Presidente Collegio Circoscrizionale dei Maestri Venerabili della Toscana
Conduce: Claudio Giomini, giornalista
Ospiti:
Giovanni Greco, Università di Bologna
Gianmichele Galassi, giornalista e saggista
Liberamente Massoneria 2016 Radicofani (SI) Programma eventi sabato 3 settembre 2016
Liberamente Massoneria 2016 Radicofani (SI) – Programma eventi sabato 3 settembre 2016

venerdì 26 agosto 2016

L'abbraccio di Ted Harrison




Ancora messaggi di solidarietà agli italiani indirizzati al Sommo Sacerdote Tiziano Busca dai Gran Capitoli di tutto il mondo, dal Portogallo al Messico, dagli Stati Uniti al Canada.  «Anche io ho vissuto l'esperienza devastante del terremoto», ha scritto Isaac J. Hadad, «e ho abitato il dolore di vedere due miei carissimi amici trovati morti, abbracciati l'un l'altro sotto le macerie della loro casa. Spero che tu e la tua gente possiate trovare il coraggio di ripartire, con affettuosa memoria per chi non c'è più. Il nostro è un lavoro senza fine, la gente ha bisogno di genuini leader spirituali per tirare avanti. Il nostro Ordine ha il dovere di aiutare gli altri in ogni modo». Righe di affettuosa vicinanza anche da Ted Harrison, già Sommo Sacerdote Internazionale del Rito di York.

Massoneria. Il ricordo di Mei e la nuova “casa” della città | La Nazione Viareggio


La Nazione Viareggio 26.08.2016
La Nazione Viareggio del 26 agosto 2016
ALLEGATI

Il Grande Oriente d'Italia e il Terzo Settore, incontro a Catania l’ 8 settembre


image
“DAL LIBERO ASSOCIAZIONISMO AL PROIBIZIONISMO” IL GRANDE ORIENTE D’ITALIA E IL TERZO SETTORE SI CONFRONTANO. È il titolo del convegno che si terrà l’8 settembre a Catania ( Hotel Nettuno). L’appuntamento è alle ore 18. Ecco il programma .
Saluti
Giuseppe Trumbatore Presidente Collegio Circoscrizionale della Sicili
Moderatore
Giacomo Gargano Docente Universitario di Diritto Amministrativo
“Limitazione preventiva dell’associazionismo: quale compatibilità costituzionale?” Luca Pedullà Docente Universitario di Diritto Costituzionale
“Le Associazioni del Terzo settore la colonna portante della solidarietà in Italia: l’esperienza dei 37 Enti aderenti al C.R.E.S.S.” Francesca Celi Dirigente e Docente C.R.E.S.S
“Solidarietà pubblica e privata. Le nuove frontiere del Welfare” Marco Cauda Psicologo –Segretario nazionale della FISM
“L’informazione responsabile” Giuseppe Cascio Giornalista
Conclusioni Stefano Bisi Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia

giovedì 25 agosto 2016

Le "Lezioni sulla Massoneria" di Fichte


Johann Gottlieb Fichte

Fichte, importante filosofo tedesco (1762-1814) era Massone e alla Istituzione dedicò le celebri "Lezioni sulla Massoneria" che qui proponiamo in traduzione italiana:

http://www.fuocosacro.com/pagine/libri/Fichte,_J.G._-_Lezioni_di_Massoneria.pdf

Il Grande Oriente d’Italia apre una sottoscrizione a favore dei bambini terremotati del centro Italia. La solidarietà della Massoneria internazionale


Il Grande Oriente d’Italia si mobilita per aiutare le vittime del terremoto nel Centro Italia. La sua disponibilità è totale su tutti i fronti e ha già disposto un conto corrente riservato alle donazioni di chi vuole sostenere le popolazioni colpite dal sisma. La sottoscrizione è aperta anche all’estero e i fondi raccolti saranno destinati direttamente dal Grande Oriente ai comuni più colpiti per iniziative dedicate ai bambini. Le donazioni potranno essere effettuate tramite bonifico bancario a:
GRANDE ORIENTE D’ITALIA | CONTRIBUTO PRO TERREMOTATI | VIA DI SAN PANCRAZIO 8 00152 ROMA
IBAN IT76S0103005109000001302191
BIC/SWIFT PASCITMMROM (codice da includere per bonifici internazionali)
Nel frattempo giungono dall’estero messaggi di solidarietà della Massoneria di altri paesi. Tra i primi quelli della Gran Loggia di Cuba e della Conferenza Mondiale delle Grandi Logge Regolari che, tramite il Segretario Esecutivo Radu Balanescu, ha espresso la vicinanza della comunità massonica internazionale alle popolazioni colpite da questa immane catastrofe.

Al convegno della Voluntary Action History Society a Liverpool si è parlato degli Asili Notturni di Torino


Tra il 13 e il 15 luglio si è tenuto, presso l’Università di Liverpool, un convegno in occasione dei 25 anni della Voluntary Action History Society (VAHS). Questa associazione, sorta nel 1991, è un unicum all’interno del panorama accademico perché si propone di promuovere studi e ricerche storiche sulla carità, sulla filantropia e sul Terzo Settore. Si è trattato di un evento di notevole importanza che ha richiamato studiosi da tutto il mondo anglosassone (dalla Scozia all’Australia) nonché ricercatori europei (nello specifico Francia, Norvegia e Germania).
Tra i relatori, a rappresentare l’Italia, c’era il dottor Demetrio Xoccato, da tempo collaboratore del Centro di Ricerche Storiche sulla Libera-Muratoria di Torino.  Il suo intervento si è soffermato sulla storia degli Asili Notturni, descrivendone le vicende che portarono alla sua fondazione nel 1886 e i primi anni di vita, sino all’avvento del fascismo (1925). La relazione, seguita con molto interesse, sarà poi raccolta in un volume, a cura della  VAHS, che conterrà gli atti del convegno e che sarà edito a fine anno presso la Cambridge Scholars Publishing. (MN)
Per maggiori informazioni vedi: http://www.vahs.org.uk/2016-conference/

Anche lo York vicino alle popolazioni colpite dal terremoto


Amatrice

Anche i Compagni del Rito di York si stringono alla tragedia che sta colpendo in questi giorni il centro Italia. «Un momento di dolore a cui deve subito seguire un impegno concreto», ha detto il Sommo Sacerdote Tiziano Busca annunciando iniziative di solidarietà. «Siamo vicino alle persone che soffrono e che stanno vivendo momenti davvero difficili». Messaggi di vicinanza allo York italiano sono arrivati anche dai Gran Capitoli dell'Arco Reale di tutto il mondo...

La religione universale






Tempo salva Verità da Invidia e Falsità, di François Lemoyne (1737)

di Antonio M. Abif

Piaccia o no... la storia si è ripetuta, nel passato come nel presente... Fingere di non capire è inutile quanto fingere di aver capito. Inutile chiamarli miti, leggende, fantasie, fantascienze...
SOLO la profonda conoscenza del passato può aiutarci a comprendere il presente e a farci un'idea molto chiara del futuro.
Perché solo chi libera la mente dalle catene, chi allarga la vista dei propri orizzonti, chi non persegue accanitamente una sola certezza ma, di ogni forma di sapere ne fa un unico sapere, potrà arrivare a capire e capirsi.
La vera storia dell'umanità è un connubio di storie: non limitatevi a cercare di capire solo con la scienza ufficiale, o solo con la frammentazione etnica della teologia, o con filosofeggianti e fantasiose teorie pseudo illuministiche da new age di massa distribuite coram populo a costo zero per riempirvi la mente e illudervi di '''sapere''' ciò che in realtà, non vi porterà mai a nessuna verità.
Perchè la verità è frammentata: è presente solo a barlumi e per questo va cercata scavando in ogni branca del sapere.
Non si può cercare verità solo in una sola regione o in solo periodo storico: occorre unificare l'intero pianeta, unificare le archeologie, unificare i miti, le filosofie, le psicologie, le geologie; occorre abbattere le diversità etniche e ideologiche, divisioni indotte allo scopo di dividere piuttosto che unire gli intenti.
Intenti che un tempo erano comuni a tutti gli uomini: tanto che la loro potenza era tale da aver raggiunto quel potere divino che tanto fece paura agli dei e che nel mito della torre di babele è narrato egregiamente: non divise le lingue, quel dio tanto pauroso e impaurito: divise gli intenti!

E ancora continua, il pavido! E voi ci cascate e fate il suo gioco.
Solo chi si apre alla conoscenza capirà che, pur errando, contengono tutti un piccolo tassello di verità. Anche i folli hanno una loro verità: ascoltateli.
Raccogliete da ciascuno quei pochi tasselli che, persi in un mare di illusoria certezza, vi permetteranno di comporre quel puzzle incredibilmente vero, i cui tasselli sono stati persi e dispersi ovunque, nel tempo e nello spazio.
Cercateli... non arrendetevi... perchè cercare significa trovare e non è così difficile trovare ciò che è, da sempre, sotto gli occhi di tutti, ma che vi hanno obbligato a non guardare convincendovi che fossero falsità.
Il reale cammino verso l'alto dell'umanità non potrà mai cominciare: se l'umanità non trova prima la strada, continuerà sempre, come da sempre, a girare intorno a se stessa.
Cominciate a scavare nel vostro malessere, nel vostro inconscio, nel vostro istinto; non abbiate paura di perdere nulla scoprendo di aver creduto da sempre nel nulla, perchè solo partendo da quel nulla, comincerete a trovare finalmente qualcosa.
Non abbiate paura di distruggervi, perchè solo distruggendovi potrete cominciare davvero, finalmente, a costruirvi.
E sarà la sola cosa buona e giusta...

mercoledì 24 agosto 2016

Il Grande Oriente d'Italia si stringe intorno alle popolazioni colpite dal sisma


Il Grande Oriente d’Italia si stringe in catena attorno alle popolazioni del reatino, dell’Umbria e delle Marche gravemente colpite in queste ore dal terremoto che ha causato diverse vittime e distrutto la storia di antichi paesi come Amatrice. In questo momento di grande dolore per tutto il Paese nell’esprimere forte il cordoglio e la vicinanza alle persone che stanno vivendo ore difficili, il Grande Oriente d’Italia e’ pronto a dare il suo contributo di solidarietà ed invita i fratelli che hanno intenzione di prestare soccorso nelle aree terremotate a mettersi a disposizione delle autorità pubbliche. Esorta altresì tutti i fratelli a donare il sangue negli ospedali delle zone interessate dal sisma.

martedì 23 agosto 2016

I rischi della profondità iniziatica


di Almerindo Duranti

Firenze, tornata di insediamento il 21 settembre delle cariche della Loggia “Europa ‘92”


Il   21 settembre alle  20,00 presso il  Grande Hotel Mediterraneo a Firenze, in Lungarno del Tempio, 44 si terrà la tornata di Insediamento delle cariche della Loggia Europa ’92 (817). La nuova officina  è nata dalla fusione della Memento Tommaso Crudeli ( 817)  e la Europa ’92 (1078), entrambe all’Oriente di Firenze.Il percorso di fusione tra queste logge, è iniziato dai primi lavori congiunti nel 2012 , il primo ed il terzo mercoledì, stesso giorno di riunione, ed è poi cresciuto ed i Fratelli si sono bene amalgamati fino a decidere di diventare un’unica Officina. Alla cerimonia saranno presenti il Gran Maestro, Stefano Bisi ed il Presidente del Collegio circoscrizionale della Toscana, Francesco Borgognoni.

lunedì 22 agosto 2016

Freemasonry and the Olympic Games in Rio de Janeiro (Brazil, 2016)


http://masonicpressagency.blogspot.it





















Rio de Janeiro, Brazil. On 5 August 2016 took place the opening ceremony of the Olympic Games, organized for the first time in South America (Brazil). The history of Modern Olympics is closely linked to Pierre de Fredy, Baron of Coubertin: Freemason, French pedagogue and historian, founder of the International Olympic Committee and founder of the modern Olympic Games.

The number of Freemasons to be present in Rio de Janeiro during the Olympic Games varies between 16,500 and 18,200. Brazil has one of the largest Masonic communities in the world, and the largest in Latin America. Some statistics show that in the Rio 2016 Olympic Games were involved (at all levels of activity) over 3,700 Freemasons, and during the course of the game their number exceeds 1,200.

The opening ceremony of the Olympic Games was marked by symbolism: Rio de Janeiro was the capital of the Brazilian Freemasonry until 1960, here were initiated in Freemasonry some of the greatest personalities of Brazilian colonial, imperial and republican society . Also, the opening ceremony has drawn attention to global warming and the plant chosen was a small acacia shrub, one of the important symbols of Blue Freemasonry. In terms of symbolism, the Olympics in Brazil were much poorer than the one that took place in London in 2012.

Democrazia e libertà


“Elogio della mitezza”, il 3 settembre a Soveria Mannelli



image 

“Elogio della mitezza” è il tema dell’incontro che si terrà a Soveria Mannelli (CZ) sabato 3 settembre. L’appuntamento è alle 17 nella sala convegni “Edoardo Critelli” , Rubettino Industrie Grafiche ed Editrici. Introdurrà e modererà i lavori Vincenzo Gioffre’ della loggia “La Sila – D Ponzio”. Concludera’  il Gran Maestro Stefano Bisi. Interverrà  il presidente circoscrizionale della Calabria Marcello Colloca. Relatori Antonino Nocera, padre Vincenzo Arzente e l’imam Yusuf Abd al Hady Dispoto. Concluderà il Gran Maestro Stefano Bisi. 

Brexit


di Almerindo Duranti